Un Quartiere da salvare

RASSEGNA   STAMPA

………………………………

Il Resto del Carlino – Ferrara del 28.11.2018

Cicca su due volte per ingrandire

Annunci

La storia di Elias, imprenditore originario della Tanzania

Ferrara, “Ho investito al Gad, il Comune faccia qualcosa”

Una luce al Giardino: la storia di Elias, imprenditore originario della Tanzania, ha aperto un locale in piazza Castellina

………………………………………………………….

di SILVIA GIATTI – Il Resto del Carlino del 09.05.2018

Ferrara, 9 maggio 2018 – Un viaggio per amore fatto 20 anni fa dalla Tanzania a Rovigo e poi, dal 2006, l’arrivo a Ferrara. Un lavoro da magazziniere che perde dopo 15 anni e la decisione di diventare imprenditore, aprendo un affittacamere, in zona Gad, proprio in Piazza Castellina. Lui è Raphael Elias Ndayisenga, 51enne, titolare della struttura ricettiva ‘L’Affittacamere Elias’ che ha aperto alla fine del 2016 in un immobile dove un tempo c’era un albergo chiuso perché diventato pericoloso per la sicurezza della piazza e dei residenti. Elias ha avuto coraggio e lo ha comprato all’asta, scommettendo sul suo futuro. Lo ha ristrutturato, con molti sacrifici, ha assunto due persone ma in quella struttura non arrivano clienti. I turisti non lo scelgono per via della zona in cui si trova ed ora Elias è preoccupato. Così Elias fa un appello all’amministrazione comunale e a tutti i ferraresi perché tornino a rianimare quella piazza con attività ‘sane’ e chiede alle istituzioni una collaborazione affinché siano create le condizioni per far arrivare attività che rilancino il quartiere, oggi troppo spesso, in preda agli spacciatori e ai senza fissa dimora.

Elias, in un momento di crisi come questo, tu hai deciso di sfidare tutto e tutti e hai aperto un affittacamere in Gad, perché?

«Non esistono posti brutti o belli. I posti sono tutti belli, dipende da come le persone li usano. Qui sarebbe una zona non solo gradevole ma anche molto comoda per chi viene in visita a Ferrara: siamo a metà strada fra la stazione dei treni e il centro storico della città. Per ora invece, questa è una piazza dove il Comune e la gente non investe, non ci crede e se la si abbandona, anche la mia attività finirà male»

Cioè, non hai clienti che scelgono la tua struttura?

«No, non la scelgono. Tempo fa ero registrato anche in un famoso sito che offre sistemazioni alberghiere in tutto il mondo ma poi me ne sono dovuto andare perché per stare nel sito costa e io non posso affrontare anche quel tipo di spesa. Ho comprato questo immobile nel 2015, all’asta per 35mila euro, ho avuto un finanziamento di 20 per poterlo sistemare. Di questi 20mila euro, sette sono finiti a un muratore che appena gli ho dato la caparra se l’è svignata e quindi con i restanti 13 non ho potuto fare molto. Così mi sono improvvisato anche muratore».

Il tuo affittacamere non è di lusso ma si presenta comunque bene, perché non riesci a lavorare?

«Perché questa zona è abbandonata. Non ci sono circoli sportivi, spazi per i giovani e attività commerciali che possano attirare gente normale. Un circolo vizioso che arriva fino ai turisti che lo vengono a sapere e dunque non mi scelgono. Io sono una persona con molta fede, sono un cattolico, e per questo ho molta speranza. Sempre. Ma ora le cose non stanno andando tanto bene e se qui non si cambia, inizio a preoccuparmi».

Tu però hai cercato un contatto con l’amministrazione comunale per esporre il tuo problema?

«Certo che l’ho fatto. Qui sono venuti l’assessore Modonesi, la consigliera comunale Baraldi. Ho preso parte inoltre, un anno fa, ad un incontro nello Spazio Grisù con le istituzioni e le associazioni di categoria per programmare una serie di eventi. Ho cercato di farmi conoscere e spigare loro che i miei problemi dipendono da come sta questa zona. Ho anche chiesto di poter inserire degli appuntamenti di animazione anche per questa piazza ma mi è stato detto che era troppo tardi. Ci saremmo potuti sentire più avanti. Poi non li ho più sentiti».

E quindi?

«Qui serve animazione. Io per esempio, vorrei organizzare degli aperitivi coinvolgendo la piazza in cui mi trovo. Vorrei poter riorganizzare eventi serali come concerti, tenuti da alcuni gruppi etnici molto bravi e che conosco ma serve collaborazione. Da parte di tutti».

Raphael Elias Ndayisenga nel suo locale

https://www.ilrestodelcarlino.it/ferrara/cronaca/bar-castellina-gad-1.3897011

Concorso il “Personaggio dell’Anno 2018”

Anche quest’anno la nostra Associazione partecipa al Concorso indetto dal Quotidiano “La Nuova Ferrara”

Personaggio dell’Anno 2018

Ecco la classifica a concorso in corso

L’intervista al nostro Presidente in data 23.03.2018

Clicca su per ingrandire

………………………………………..

Alcune foto, scattate in data odierna, dell’AIUOLA, in P.le G. Bruno di cui fa riferimento l’articolo

         

I Salotti nel Giardino – Incontro dell’ 8 Settembre 2016

Continua il progetto “I Salotti nel Giardino” organizzato dall’Università Popolare di Ferrara e il Comitato Zona Stadio per rivitalizzare il quartiere e per invitare i residenti, ma non solo, a riappropriarsi degli spazi comuni attraverso incontri culturali.

La lezione, tenuta da Tommaso Mantovani, “Filosofia di strada” si è svolta presso il Chiosco “La Siberiana” in Viale IV Novembre.

Alcune foto dell’incontro

foto-4 foto-6

foto-1 foto-2

foto-3 p1120260

 

Il prossimo incontro è per mercoledì 14 Settembre 2016 presso il Chiosco Mc Murphy – P.le G. Bruno – dietro Ausl di Via Cassoli ore 21.00 – Tema trattato “Scrittura Creativa”. Lezione tenuta da Antonio Di Bartolomeo.

 

Salotti nel Giardino – Incontri tra cultura e sicurezza

Salotti nel Giardino, incontri tra cultura e sicurezza nei chioschi della zona Gad

Gli appuntamenti  davanti a Pinguino, Siberiana e McMurph: sono aperti a tutti e promossi dai cittadini, dall’associazione Comitato Zona Stadio e Università Popolare. Si parte martedì 6, poi giovedì 8 e mercoledì 14 settembre alle 21

Nuova 06.09.2016

Salotti nel Giardino, incontri alla Gad

FERRARA. Dopo il successo della manifestazione “Gad en plein air”, l’Università popolare e l’associazione Comitato Zona Stadio organizzano un nuovo ciclo di incontri culturali dal titolo “I Salotti nel Giardino“.

Sede degli incontri saranno gli storici chioschi del quartiere giardino: Il Pinguino, La Siberiana, Il Chiosco McMurphy in piazzale Giordano Bruno, rispettivamente nei giorni martedì 6 con Maurizio Ganzaroli che parlerà di “Poesie e racconti”, giovedì 8 con Tommaso Mantovani che affronterà “La filosofia di strada” e mercoledì 14 settembre 2016 con il laboratorio di “Scrittura creativa” di Antonio Di Bartolomeo. Gli appuntamenti sono sempre alle 21.

Si tratta di una manifestazione ideata e promossa da cittadini che hanno a cuore la vivibilità dei luoghi in cui risiedono giorno dopo giorno. Consapevoli della difficile situazione in cui versa da anni la zona Gad, alcuni esponenti dell’Università popolare si stanno impegnando a promuovere il recupero della dignità di questo quartiere.

Lo scopo principale della manifestazione è quello di rivivere, rivalutare e riscoprire gli spazi urbani del quartiere Gad attraverso incontri di socializzazione. L’idea degli organizzatori non è quella di non evidenziare le reali problematiche del quartiere, bensì di coinvolgere tutti i residenti a non abbandonare il quartiere a se stesso ma a viverlo pienamente anche con queste semplici ma importanti serate culturali.

L’invito è aperto a tutti. La partecipazione è gratuita e, in caso di maltempo, gli eventi verranno rinviati a data da destinarsi. Info: Massimo Morini per associazione Comitato Zona Stadio, Stefano di Stefano per Università Popolare.

da:

http://lanuovaferrara.gelocal.it/ferrara/cronaca/2016/09/05/news/salotti-nel-giardino-incontri-tra-cultura-e-sicurezza-nei-chioschi-della-zona-gad-1.14064218?ref=hfnffeec-1

——————————————————-

La Nuova Ferrara del 6 Settembre 2016

nuova-cartaceo-06-09-2016

Clicca su per ingrandire

 

Riprendono le biciclettate.

AVVISO

Si informa che per il mese di Agosto 2016 sono state programmate due biciclettate in data:
Venerdì 12 e Venerdì 26 con ritrovo in P.le G. Bruno (Giardini Mutua) alle ore 21.00
Inoltre a partire da Venerdì 19 Agosto 2016 ritornerà il presidio in P.le  G. Bruno su Via Cassoli – angolo Asilo Nido sempre a partire dalle ore 21.00

Le biciclettate erano state sospese nel mese di giugno e luglio in quanto in questi due mesi sono state diverse le iniziative e/o eventi programmate nel Quartiere, molte delle quali di VENERDI’. Come Comitato Zona Stadio abbiamo pensato di non sovrapporci a queste manifestazioni.

Come sempre le nostre iniziative sono per manifestare contro il degrado e lo spaccio di droga.

Unitevi a noi per un Quartiere migliore.